Detrazioni per antifurto, videosorveglianza e sistema di allarme. Come compilare la fattura

Anche per il 2019 sono state confermate le agevolazioni fiscali per l’installazione di sistemi di videosorveglianza, per impianti d’allarme e in ogni caso per tutti gli strumenti utili ad evitare l’intrusione in casa da parte di malitenzionati.

Quali spese posso mettere in detrazione?

Le spese detraibili sono:

  • Spese per la progettazione dell’impianto e per le altre prestazioni professionali connesse;
  • Spese per l’acquisto dei materiali (telecamere, sirene,sensori, ecc.);
  • Compenso corrisposto al professionista per la relazione di conformità dei lavori eseguiti;
  • Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) al 10%.

A quanto ammonta il bonus?

Il bonus è pari al 50% della spesa sostenuta (compresa l’IVA) e viene restituito in 10 rate di pari importo.

A chi spetta il bonus?

Il bonus spetta ai proprietari delle abitazioni, al familiare convivente, al titolare di diritti reali (uso, usufrutto, abitazione), agli inquilini e ai comodatari.

Il bonus spetta anche a chi esegue autonomamente i lavori sull’immobile; in questo caso si ha diritto alla detrazione delle spese di acquisto dei materiali.

Qual è l’aliquota IVA di riferimento?

Per questo tipo di interventi possiamo usufruire di un’aliquota IVA agevolata al 10%.

Come devo effettuare il pagamento?

E’ importante effettuare il pagamento tramite bonifico bancario per detrazioni, indicando il codice fiscale del beneficiario della detrazione, oltre alla partita IVA della ditta o del professionista che ha installato l’impianto.

Come compilare la dichiarazione dei redditi

Nella dichiarazione dei redditi andranno indicati i dati catastali identificativi dell’immobile dove è stato installato l’impianto di allarme o di videosorveglianza. Se i lavori sono stati effettuati da chi detiene l’immobile senza essere proprietario (per esempio un affittuario), bisogna indicare gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo (contratto di affitto, contratto di usufrutto, ecc.).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *