Scaglioni e aliquote IRPEF 2019 in Italia: tutte le tabelle

IRPEF è l’acronimo di Imposta sul reddito delle persone fisiche. Si tratta delle tasse applicate sui redditi derivante da lavoro dipendente, sulla pensione, sul lavoro autonomo o sulla locazione di immobili. E’ definita dalla legge come un’imposta diretta, personale, progressiva e generale, ed è oggi regolata dal testo unico delle imposte sui redditi, emanato con DPR 22 dicembre 1986 n. 917.

In Italia ci sono 5 diversi scaglioni che vanno dal 23% al 43%, a seconda del reddito percepito.

Vediamoli nel dettaglio:

PRIMO SCAGLIONE DA 0 A 15.000 EURO – ALIQUOTA 23%
E’ lo scaglione più basso su cui viene applicata un’aliquota del 23% sull’eccedenza oltre la no tax area.

SECONDO SCAGLIONE DA 15.001 A 28.000 EURO – ALIQUOTA 27%
Nel secondo scaglione si pagano 3.450 euro (relativi al primo scaglione) + il 27% sulla parte eccedente i 15.000 euro.

TERZO SCAGLIONE DA 28.001 A 55.000 EURO – ALIQUOTA 38%
Nel terzo scaglione si pagano 6.960 euro (relativi ai primi due scaglioni) + il 38% sulla parte eccedente i 28.000 euro.

QUARTO SCAGLIONE DA 55.001 A 75.000 EURO – ALIQUOTA 41%
Nel quarto scaglione si pagano 17.220 euro (relativi ai primi tre scaglioni) + il 41% sulla parte eccedente i 55.000 euro.

QUINTO SCAGLIONE OLTRE 75.001 EURO – ALIQUOTA 43%
Nel quinto scaglione si pagano 25.420 euro (relativi ai primi quatro scaglioni) + il 43% sulla parte eccedente i 75.000 euro.

L’IRPEF non è dovuta per i redditi che non superano i 8.174,00 euro e che rientrano nella cosiddetta no tax area.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *